2,67 euro l’ora (esentasse)

2011/11/02

una musichetta verosimilmente riconducibile a “SAVE THE LAST DANCE FOR ME” mi inchioda al telefono. la prima considerazione celebrale (ma non troppo): meglio far finta di lavorare e sperare che l’operatore non si liberi da qualsiasi cosa stia facendo piuttosto che doverci parlare, dare spiegazioni, addivenire alla conclusione che lui non ha voglia di ascoltare e io trasudo bisogno di mandarlo a cagare (oltretutto in maniera del tutto aprioristica).
nel frattempo che Bublè si sgola io fecondo ipotetici motivi di rivoluzione.
stamattina ho scritto ad un avvocato per chiedergli il pagamento di oneri condominiali. deontologia vuole che la missiva sia “riservata non producibile in giudizio” e tutta un tripudio di toni gentili. quando scrivo ad un senza titolo invece la raccomandata si chiude “La diffido dunque all’immediata corresponsione dell’importo complessivo di E. comprensivo di E. per questo mio intervento, che vorrà far pervenire al mio studio a mezzo assegno circolare intestato alla mia cliente, entro e non oltre 10 giorni dal ricevimento della presente, in difetto di che procederò a tutelare la mia patrocinata con le azioni e nelle sedi che riterrò opportune”. Perchè?
perchè tra cani non ci si morde? perchè non si estingue questa categoria di morti di fame che girano con macchine comprate a pacchi di cambiali e vestita di fibbie grosse come la testa di un bambino di tre anni?
nel frattempo che Bublè continua a sgolarsi ho preso contezza che potrei sbranarlo l’operatore che mi sta facendo fare trenta minuti di coda e ascoltare questa cantilena semibrasiliana/filonostalgica/allentanca/grandepugnetta.
nello stesso frattempo lavoro sul serio. scrivo atti, parlo male dei colleghi, leggo lettere con la stessa attenzione con cui peter pan pensa alla vecchiaia.
la seconda considerazione: il benessere crea mostri, mai quanti ne crea la presunzione del benessere. la musica che suona, l’orecchio che scotta, l’avvocato che chiama e io, nel mezzo di questa baraonda, rivedo le facce delle persone incontrate in questi tre ultimi giorni. la cassiera di leroy merlin con le unghie lunghe laccate di rosso ferrari che mi dice “io non li tocco i soldi, norme antirapina”, il venditore della concessionaria che porta al polso un orologio d’oro stile gheddafi il quale sostiene “sette/ottomila euro per acquistare una macchina sono troppo pochi”, la barista del bar che ha duecento euro di meches e messa in piega al posto dei capelli che mi guarda con aria schifata alle sei di qualsiasi sabato mattina solo perchè io al mercato vado vestita come una barbona, la cancelliera deputata a ricevere la domanda per l’esame di avvocato che pur avendo una fotocopiatrice nella propria stanza mi chiede di fare quattro piani in giù e quattro piani in su per portargli la fotocopia del documento, le mamme con i bambini che camminano per le file della fiera dei morti e gli comperano la mela candita non prima di aver gettato in terra lo zucchero filato minimamente assaggiato, il corriere che ha il rolex ghiera verde al polso ma su tutti, il rumeno che sta rifacendo i pozzetti del lastrico adiacente alla mia finestra che ha un paio di nike air max e la felpa timberland bianca immacolata.
ringraziando un qualsiasi dio bublè ha smesso di sgolarsi, mi risponde la segretaria del notaio la quale al mio “chiamo dallo studio legale x vorrei parlare con il notaio per avere chiarimenti in merito alla pratica tizio e caio” mi risponde il più classico dei “il notaio sta rogando”…
senza parole, non indignata, sono senza parole.
perchè anche le parole hanno un peso e io non voglio bilanciarle, perchè le parole hanno una conseguenza e io preferisco gli effetti, perchè le parole sono aria e io non ho nemmeno più voglia di respirare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: