voglio la trave, l’occhio, il pelo, l’uovo ma, anche la gallina… per meno di niente io non apro nè occhi nè orecchie

2011/10/06

volevo essere bella, lo sono stata.
volevo essere pazza, lo sono diventata.
volevo conciliare un bel po’ di cose, sono tutte cresciute.
continuo a respirare ma non tremo.
non sono un sasso, non sono una persona.
sono un culo di marmo attaccato ad una colonna vertebrale.
sono un gran cervello messo sopra ad un bel culo di marmo.
sono una colonna di carne, sono un peso massimo di sorrisi, sono la maldicenza dentro al pettegolezzo.
egocentrica, egostrabica, egoaltruista.
sono così, e anche se potessi tornare indietro, mi vorrei tale e quale.
festeggio la mia nascita, festeggio la mia rinascita, festeggeranno la mia morte, festeggeranno quando non avrò più forze, non prima.
punto il mio soldo sull’unico cavallo che ha mezzo metro di vene fuori dal collo. punto il mio unico soldo sulla mia unica certezza.
sono un paio di mani bruttissime. sono un paio di mani bruttissime mosse da una visione tutta loro. non ho occhi, le mie mani bruttissime si. vedono prima di me, vedono prima di toccare, vedono anche quando io dormo.
ho paura solo quando non mi fido. devo starmi sempre ben attaccata se voglio fidarmi. se qualcuno mi dice che devo stare tranquilla che mi farà da paracadute ho paura.
diffido, adempio, ringrazio, tolgo il disturbo e il sorriso, lascio il silenzio, batto forte il pugno sul petto di chiunque lo merita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: