Firmino

2008/08/01

“Lo sentii schioccare contro il marciapiede, poi levarsi in aria in un sibilo e abbattersi sulla mia schiena nel momento esatto in cui raggiunsi l’erba e qualcuno gridò: -Non fargli del male-. M’intrufolai nella fila di cespugli e continuai a correre. Non sentivo dolore, ma sapevo che mi stavo trascinando dietro qualcosa si pesante. Girai la testa e vidi che la gamba sinistra era tutta storta in modo innaturale. Mentre correvo non si muoveva. Così, me la trascinavo dietro come un sacco”

“La mia gamba intanto stava guarendo abbastanza in fretta e, nel giro di una settimana, fui di nuovo in grado di reggermi. E, dopo qualche altro giorno, non mi faceva quasi più male, anche se era ancora curva. Da allora sono rimasto zoppo. Zoppicare è una bella parola. Fa quel che dice.”

Sam Savage

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: