Adesso, che tra vent’anni tutti ne sono capaci

2008/04/08

Se non avete mai scritto da ubriachi dovrste provare. E che poi sia la T’s o un sentimento l’antifona è la stessa. Ma sceglietevi la biro perchè modula la fluenza del pensiero rude e rampante e qui il barone non c’entra. Io, la T’s e la cicca rullata come piace a me; cartina corta, tabacco abbondante e il filtro dosato per la bocca. Io, il rossetto rosso HR32 che fa lucido ma il rosso c’è. Io e l’Ipod che poteva essere un ciddì ma il ciddì è l’Ipod. Ho tremato quando ho chiesto un cappuccino e lui, dopo il caffè un montenegro ma, serviva, il freddo garantisce che serviva. Serviva forse per cancellare la percezione di una mano che s’incastra fra un ginocchio e un’anca, serviva per non pensare che sono figlia anche io, serviva a me per mandare  cagare le menate mentali ma, se mi lasciano anche quelle io poi… che cazzo faccio? Mentivo quando vi dicevo che serviva la biro perchè ora il pensiero è fluido e il polso dolente. Sotto un quarto di miglio non ci vado mai e Toretto non me ne voglia. La scusa? Rileggere, prendere tempo e riorganizzare il tutto.

E ora, il polso e il pensiero sono nella stessa cosa, almeno loro.

Un amico mi chiede di spiegargli perchè la ragazza l’ha lasciato sul più bello. A me. Potrei essere io quella stessa ragazza, quella stessa “più bello”, quella medesima “abbandono”. Ma le parole per lui le trovo, per altri rimango algida e qui il gelato è come il barone. Perchè nella vita c’è chi ha il culo tondo, chi non ha fretta, chi fa la pace a letto, chi è cretina ma lui che gran coglione. Ricordatevi le scelte fatte nel momento giusto per le ragioni giuste. Ricordatevi i sorrisi, le gioie, gli amici e gli scazzi che la metà bastano per far tentare/riuscire/centrare il suicidio a quello psicopatico che ha lucidità da vendere in saldo con guadagno e ricarico enorme. Ma il quadro di me, seduta sul marciapiede di breccia, con la T’s in mezzo alle gambe e la sigaretta in mezz’alle dita lo avreste dovuto (ap)prezzare. Io non posso, sa di autovalutazione presuntuosa. Me in solitaria non c’è mastercard che me lo rateizza!

Annunci

2 Risposte to “Adesso, che tra vent’anni tutti ne sono capaci”

  1. modestino said

    Investire soldi sull’acool in 3 giorni, 200 Euro con mastercard.. Studiare ascoltanto e cantando i negramaro a volume altissimo e non pensare a niente? Non ha prezzo…

    sms dell’amico che fa riaprire i commenti…

  2. monk said

    a questo punto, noi tutti ci vestiamo di arancione, andiamo in giro con le tue immagginete e ti adoriamo camminando sulle ginoscchia fino al santuario di Santa Rita …. SEI OLTRE. Persino il più alcolizzato DICK non avrebbe mai scritto una dissociazione di tale livello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: