bbb

2008/04/01

Ci sono dei tempi tecnici da non forzare mai. C’è il tempo per l’incazzatura e quello per godere la quiete, c’è il tempo per conoscersi e il tempo per stare insieme, c’è il tempo per lasciarsi e quello per metabolizzare.

C’è tempo finchè Dio da tempo, c’è di buono nel tempo che non passa e c’è la frenesia di farlo passare a tutti i costi. C’è l’idea che il tempo porti a qualcosa, io vorrei che portasse a me stessa.

C’è il tempo per soffrire e quello per risalire, c’è il tempo per amare e lasciarsi amare, c’è il tempo per trovare tempo e prendere tempo per tempo.

Tempo, la parola chiave è tempo. Prendo tempo da tutti per me, per capire come siano passati sette anni e se è giuso passarne altri come quelli sono volati, c’è il tempo per dire mezze verità e tempo per mentire, non voglio mentire, preferisco non mi vengano fatte domande.

C’è tempo per le gocce e tempo per sortirne gli effetti, c’è il tempo del bisogno e quello per correre, c’è tempo per l’xt e ci sarà quello per la dr, c’è tempo per la four e per la v11.

C’è tempo per me?

Annunci

10 Risposte to “bbb”

  1. amoreetempo said

    “C’era una volta un’isola, dove vivevano tutti i sentimenti e i valori degli uomini:
    il Buon Umore, la Tristezza, il Sapere… così come tutti gli altri, incluso l’Amore.
    Un giorno venne annunciato ai sentimenti che l’isola stava per sprofondare, allora prepararono tutte le loro navi e partirono, solo l’Amore volle aspettare fino all’ultimo momento.
    Quando l’isola fu sul punto di sprofondare, l’Amore decise di chiedere aiuto.
    La Ricchezza passò vicino all’Amore su una barca lussuosissima e l’Amore le disse: “Ricchezza, mi puoi portare con te?”Non posso c’é molto oro e argento sulla mia barca e non ho posto per te te.”
    L’Amore allora decise di chiedere all’Orgoglio che stava passando su un magnifico vascello,”Orgoglio ti prego, mi puoi portare con te?”, “Non ti posso aiutare, Amore…” rispose l’Orgoglio, “qui é tutto perfetto, potresti rovinare la mia barca”.
    Allora l’Amore chiese alla Tristezza che gli passava accanto “Tristezza ti prego, lasciami venire con te”, “Oh Amore” rispose la Tristezza, “sono così triste che ho bisogno di stare da sola”.
    Anche il Buon Umore passò di fianco all’Amore, ma era così contento che non sentì che lo stava chiamando.

    All’improvviso una voce disse: “Vieni Amore, ti prendo con me”.
    Era un vecchio che aveva parlato.
    L’Amore si sentì così riconoscente e pieno di gioia che dimenticò di chiedere il nome al vecchio.
    Quando arrivarono sulla terra ferma, il vecchio se ne andò.

    L’Amore si rese conto di quanto gli dovesse e chiese al Sapere: “Sapere, puoi dirmi chi mi ha aiutato? “E’ stato il Tempo” rispose il Sapere.

    “Il Tempo?” si interrogò l’Amore, “Perché mai il Tempo mi ha aiutato?”.Il Sapere pieno di saggezza rispose:”Perché solo il Tempo è capace di comprendere quanto l’Amore sia importante nella vita”.

  2. modestino said

    tiamopersempre@libero mi sembra un ossimoro

  3. amoreetempo said

    non a caso…l’ossimoro è una figura retorica per creare stupore e attirare l’attenzione su quanto scritto…!!

  4. modestino said

    quanto scritto è una citazione, abbastanza commerciale per giunta.
    parlare per citazioni, ossimori e metafore è divertente ma, il sentimento che ho messo in quelle parole non lo è altrettanto.
    Eppoi non sempre serve avere amore, al momento reputo più importante avere tempo, la parola chiave è tempo e ho il presentimento che lo rimarrà per un po’.

  5. amoreetempo said

    non era mia intenzione sminuire il sentimento che hai messo nel post…solo che questa tua ansia da tempo è inquietante…l’importante è che il tempo non diventi un semplice egositico ticchettio di lancette

  6. monk said

    Scusate l’intromissione, mail valore del tempo ènel percorso che consente, senza avere presente la meta, ma solo il prossimo passo. Il passo dell’ubriaco che ha come unica bussola il piede incertamente poggiato, eppure unica salvezza dalla forza gravitazionale che lo vuole trascinare nella melma del tappeto …. Il passo del sognatore che non si spaventa di rimanere sospeso, sapendo che il piacere del sogno sta nei faticosi scalini che ad esso conducono, mentre la porta d’accesso sta lentamente chiudendosi sospinta da un vento flebile e maligno, contro cui solo un’affannosa corsa può sperare di vincere.

  7. amoreetempo said

    non scuso l’intromissione…dalle parole ai fatti c’è una distanza infinita

  8. amoreetempo said

    ed è meglio che ognuno pensi alla propria vita…sarò io il primo…modestino penserà alla sua

  9. modestino said

    io le parole ce le avrei ma, piuttosto mi taglio le vene per lungo pur di non rispondervi

  10. Eveline said

    QUESTO/A E’ UN GENIO!! (amoreetempo)
    I MIEI COMPLIMENTI.

    “C’era una volta un’isola, dove vivevano tutti i sentimenti e i valori degli uomini:
    il Buon Umore, la Tristezza, il Sapere… così come tutti gli altri, incluso l’Amore.
    Un giorno venne annunciato ai sentimenti che l’isola stava per sprofondare, allora prepararono tutte le loro navi e partirono, solo l’Amore volle aspettare fino all’ultimo momento.
    Quando l’isola fu sul punto di sprofondare, l’Amore decise di chiedere aiuto.
    La Ricchezza passò vicino all’Amore su una barca lussuosissima e l’Amore le disse: “Ricchezza, mi puoi portare con te?”Non posso c’é molto oro e argento sulla mia barca e non ho posto per te te.”
    L’Amore allora decise di chiedere all’Orgoglio che stava passando su un magnifico vascello,”Orgoglio ti prego, mi puoi portare con te?”, “Non ti posso aiutare, Amore…” rispose l’Orgoglio, “qui é tutto perfetto, potresti rovinare la mia barca”.
    Allora l’Amore chiese alla Tristezza che gli passava accanto “Tristezza ti prego, lasciami venire con te”, “Oh Amore” rispose la Tristezza, “sono così triste che ho bisogno di stare da sola”.
    Anche il Buon Umore passò di fianco all’Amore, ma era così contento che non sentì che lo stava chiamando.

    All’improvviso una voce disse: “Vieni Amore, ti prendo con me”.
    Era un vecchio che aveva parlato.
    L’Amore si sentì così riconoscente e pieno di gioia che dimenticò di chiedere il nome al vecchio.
    Quando arrivarono sulla terra ferma, il vecchio se ne andò.

    L’Amore si rese conto di quanto gli dovesse e chiese al Sapere: “Sapere, puoi dirmi chi mi ha aiutato? “E’ stato il Tempo” rispose il Sapere.

    “Il Tempo?” si interrogò l’Amore, “Perché mai il Tempo mi ha aiutato?”.Il Sapere pieno di saggezza rispose:”Perché solo il Tempo è capace di comprendere quanto l’Amore sia importante nella vita”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: