Aspetto…

2007/10/19

 …sono le otto e quarantaquattro e sono seduta con il mac sulle ginocchia nella scalinata della Basilica di Santa Maria sopra Minerva. Sarà una grande giornata?
Non lo posso sapere ma, sono certa che sia stata una grande settimana, piena di ore di studio bellissime nelle quali ho letto, sognato e detto di no.
Perché studiare non è stare seduti sopra una sedia e soffrire, studiare è stare seduti sopra una sedia e vivere. Oggi sono ancora più felice della scelta che feci quattro anni fa, oggi sono ancora più grata a chi mi permette da anni e mi permetterà per tanti anni ancora di studiare.
Il vento soffia, oggi lo sento di più forse perché ho i capelli ricci che si muovono come tentacoli e si scompongono pettinati, forse perché oggi sono predisposta.
Otto e cinquanta, ancora dieci minuti e poi una corsa a trovarmi quella scrivania che mi piace tanto al primo piano, a prendere quei libri che ho lasciato in deposito, a finire qualcosa che mi ha impegnato esageratamente. Vasco nelle cuffie dell’ipod, come sono rock stamattina eh? “Se tu fossi buona con me… porterei la luna a letto con te… La fortuna quando c’è, aiuta sempre gli audaci mica me…”
Oggi niente messenger, niente cellulare, niente altro solo libri e libri ancora. Otto e cinquantasei, il tempo di pubblicare, rimettere il Mac nello zaino per riprenderlo al di la di quella porta e “spegne” ‘sta cicca.

immag000.jpg

Nove meno un minuto… buon venerdì a tutti!

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: