mi tocca (ri)parlare di voi…

2007/09/06

Da vera blogger tosta uso messenger. Che alla fine ha anche una sua utilità se lo si usa per necessità e non per perdere ore nelle quali potrei fare la marmellata di pomodori verdi o cucinare ‘na bella teglia di patate arrosto con salsicce e spuntatura… vabbè ho digressato a sufficenza.

La cosa bula se vogliamo sono i nomignoli che uno si da’. Per esempio a me ogni tanto piace chiamarmi Donatella Rettore e scrivere come messaggio annesso e connesso Il cobra è un serpente.

Sono gusti, come a chi piace il parmigiano sul pesce… le pacche sul sedere in un momento erotico… un calcio sulle palle di prima mattina… una telefonata della Sari…

Ci sono due miei contatti che frequentano questo blog (e solo perchè sono una persona riservata non vi rivelo) che tendono a chiamarsi in nomi pressoccccchè normali ma… connettono e annettono sempre messaggi da toccata di palle a pelle. Per farvi capire:

Lei: Ho la faccia di chi sta amando

Lui: Everyone I know goes away, in the end…

Ora, premetto che non so benissimo l’inglese (per principio mi stanno sul cazzo gli stranieri) e dell’italiano figurato mi intendo ancora meno. Propongo il seguente test simil aiuto dal pubblico… attenti il test è psico-attitudinale-fisico, rispondete solo se siete sicuri della correttezza della risposta altrimenti vi ritroverete un inserviente vestito di bianco che v’attende sulla soglia di casa con una camicia coordinata da fashionissima cintura.

La faccia di chi sta amando è: a)rossa e allupata; b)un’espressione di qualche strana canzone di Baglioni; c)questa.

Piuttosto che scrivere Everyone I know goes away, in the end non sarebbe stato meglio scrivere: a)cenere siete e cenere tornerete; b)un’espressione di qualche strana canzone di Baglioni; c) Everyone I know goes Hawaii, now.

Annunci

12 Risposte to “mi tocca (ri)parlare di voi…”

  1. Sei proprio scema.

    se tu potessi leggere Matteo, allora si che godresti! Quanto a “lui” è in fissa per le canzoni dell’ultimo concerto a cui ha assistito. Non farci caso.

    Baci

  2. modestino said

    maddai, io credevo che era un pezzo di Mino Reitano

  3. JiX said

    Te dirò….
    qualche giorno fa avevo su un tre righe del testo della stessa canzone cui fa riferimento LUI… che recitavano pressappoco:

    “Beneath the stains of time
    The feelings disappear
    You are someone else
    I am still right here”

    Alchè in un moto di indignazione cancello tutto e scrivo “Al bando ste frasette pseudo-significative del cazzo.”
    🙂

  4. ToM said

    What have I become
    My sweetest friend
    Everyone I know
    goes away in the end

    You can have it all
    My empire of dirt
    I will let you down
    I will make you hurt

    Che cce voi fa? Sto ascoltando solo quella canzone da domenica scorsa.

  5. ToM said

    Ops. Mo m’hanno tanato tutti.
    L’importante è non rivelare l’identità dell’altro contatto…

  6. modestino said

    jiX desidero conoscerti al solo scopo di stringerti la mano!

    ToM che è colpa mia se da domenica ascolti solo ‘sta canzone? Che deve ricadere su di me l’angoscia de ‘sta frase? Che te devo prestà n’cd bulo? Dimme tu, ce se pole anche de accordà, magari sabato sera se n’andamo a fasse ‘na carbonara ‘sieme!

  7. ToM said

    De cd buli cocca ce n’ho talmente tanti che tu manco t’ammagini. Tel daria io tel daria. Altro che la Rettore. Pe la carbonara però ce se po’sempre mette d’accordo. 🙂

  8. modestino said

    e che nell’so che uno che spigni parecchio n’cola musica… tanto che ce sè da ‘na mano alla lopez che magari smette d’ascoltà i RHCP…

  9. ToM said

    Lopez via cocchina su. N’me fa di gnente. Smett’la co sti Red Zozz Cilli Peppere. Te fonno male. M’è da crede, cucchina, l’dico per te.

  10. modestino said

    Core… è fatto la tua! Te se deto la zappa n’ti piedi! Tutto je da tocca ma no quel branco de scimmie dementi, no quil bircione n’chi capelli neri come la pece e manco quil’altro che se sbatte come si cesse le convulsioni!

  11. Tanto adesso arriva Jix e mi difende. Può essere che vi venga anche a cercare a casa. A quel punto son cavoli vostri, vel dico.

  12. modestino said

    o ba, n’se bona manco a parlà n’perugino. ora ti spiego, se vuoi dire “A quel punto son cavoli vostri, vel dico” in perugino la traduzione migliore che mi viene in mente è: “Mo sò cazzi acidi, deteme retta”.
    Com’è possibile che siamo sorelle?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: