Parlo di voi…

2007/06/05

La sveglia ha suonato abbastanza presto questa mattina: ore 5.30. Dopo cinque minuti di meditazione ad occhi chiusi mi sono resa conto che pensavo ancora alla scena entratami negli occhi la sera prima.

Due amici che si incontrano e vanno a cena insieme.

Normale banalità tanto l’amicizia quanto la cena. Il delirio credo risiedesse nella volontà di un fresco riavvicinamento, nella genuinità di un sorriso timido (quello di lui) e nello sguardo sbarazzino di chi ha poco da imparare e meno da insegnare (quello di lei). Potranno dirvi che lui indossava una camicia blu e lei un impermeabile, potrete sentire leggende riguardo al tavolo allargato a commensali incerti nella fisionomia ma, presenti al banchetto. Posso perfino credere che lei e lui mi volessero lì, perlomeno c’ avranno pensato… giammai sperato. La serata era loro, non vi darò a bere che il sole al loro incontro calava affinchè trovassero giovamento nelle ombre della notte ma, di sicuro, la luna aveva rischiarato qualche “macchia” per farla sembrare più pallida (lei) e affusolato (lui). Perfetti, come una colonna sonora che suona i pink floid; caldi, come la pizza che avranno mangiato intrisa di mille parole parole dette e rimandate; uniti, come solo l’amicizia sa’ fare. Perchè quando si parla d’amicizia ci vuole naso, fiuto e ritmo.
Spero che (lui) sia riuscito nel sorriso che ho fallito io e che (lei) sia stata meno cosciente del solito, che abbiano buttato ricordi e sorrisi passati nel pozzo più etrusco che c’è. Tutto questo è solo frutto della mia immaginazione. Ho visto due amici che si salutavano, mi sono girata verso la mia strada e ho camminato due passi… voltando lo sguardo non c’erano più.

Per me si era fatta veramente ora di tornare e l’acqua piovuta su di me e la mia moto mi incitava a lasciar andare qualcuno che per almeno una sera non mi apparteneva.

Annunci

6 Risposte to “Parlo di voi…”

  1. Ulpiano said

    E chi se lo immaginava che Modestino sapesse andare in moto?????…………….
    Un consiglio: dormire di più, pensare di meno.
    LUNGA VITA A MODESTINO!!!!!

  2. ToM said

    Pressappoco, ci hai preso su tutto.
    E’ stata una serata di molte parole e qualche silenzio. Una serata da rivivere ancora.

    Grazie per l’attenzione.
    Ti ringrazio anche a nome di chi deve ringraziarti ogni giorno per la tua presenza, perché mi ha confessato che sei preziosa. No, di più. Inostituibile.

    A presto

  3. Max said

    Approvo totalmente Ulpiano.
    Dormire, cosa c’è di meglio da fare quando si è da soli e non cè il tuo patner?
    Oddio, volendo qualcosa si potrebbe pure fare; ma vale la pena?

  4. Ti volevo suggerire di chiudere commenti: rovinano l’atmosfera!

    Che dire: grazie, infiniti grazie

  5. modestino said

    @ lopezcamilla: li conosco entrambi di persona e ti posso giurare che non sono cattivi… per loro garantisco io.

    @ Ulpiano: un vecchio adagio cinese tradottomi da un amico dice “chi dorme non piglia pesci”, altri credono che chi dorme poco consuma più velocemente la vita. A me ventiquattro ore servono tutte…

    @ Max: conosco cose migliori da fare soli… guardare il mondo, pensare, mangiare e aspettare!

  6. Zarathos said

    Troppo meta. Però è scritto molto bene, mi piace.
    Ah… mangiare di notte fa ingrassare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: